Crudelia: la recensione del live-action Disney con Emma Stone

Crudelia: la recensione del live-action Disney con Emma Stone

Crudelia: locandina e valutazione

Craig Gillespie

2021

Disponibile su: Disney+

4/5

Crudelia è il nuovo ed esplosivo live-action della Disney diretto da Graig Gillespie, con protagonista la straordinaria Emma Stone nel ruolo della celebre villain de “La carica dei 101Crudelia de Mon.  Il film è approdato nelle sale italiane il 26 maggio 2021 e due giorni dopo sulla piattaforma Disney Plus.  

Crudelia, Emma Stone in una scena del film

Crudelia si sposta dalla Londra degli anni ’40 a quella in pieno fermento degli anni ’70, e racconta le origini della cattiva ossessionata dalle pellicce di dalmata partendo direttamente dalla sua nascita. La piccola, il cui vero nome è Estella, si affaccia nel mondo già con la sua iconica chioma bicolore e con un caratterino impulsivo e sfacciato che non riesce a tenere a bada, tanto da etichettarlo con l’appellativo di Cruella. Una parte prepotente di sé stessa, folle ed aggressiva, che cerca di dominare per amore di sua madre. In breve tempo però la ragazzina si ritrova orfana e completamente sola, costretta a vivere di furti insieme ad Horace (Paul Walter Hauser) e Jasper (Joel Fry), due ladruncoli che diventeranno la sua famiglia e la sua squadra collaudata in truffe di ogni tipo. Nata con la passione per la moda, Estella passa dal taccheggio al lavoro come stilista per la maison più importante di Londra, amministrata dalla dispotica Baronessa von Hellman (Emma Thompson), il personaggio che avrà un ruolo cruciale nel risvegliare Cruella, il suo l’alter ego dark follemente geniale.

Crudelia, Emma Thompson in una scena del filmn

I'm a woman, hear me roar

La Crudelia di Emma Stone è la miglior versione in carne ed ossa della celebre cattiva de “La carica dei 101”, coadiuvata dal suo sguardo magnetico e dalla sua mirabile interpretazione sospesa tra due personaggi antitetici, astutamente trapiantata nella Londra punk rock degli anni ’70, dove avviene un vero e proprio duello a colpi di moda con quella che è la vera villain del film: la magistrale Emma Thompson nel ruolo della spietata e glaciale Baronessa, una versione ancora più perfida e diabolica della Miranda Priestly di Meryl Streep in “Il diavolo veste Prada”. Assetata di potere, che brinda sempre e solo a sé stessa, vincente in ogni situazione perché munita di istinto omicida.

Le due cattive si incontrano e scontrano sullo schermo, accompagnate dalle note ruggenti di una colonna sonora da togliere il fiato, con i Clash, Blondie, John McCrea e i Queen in sottofondo, e ci regalano due ore e quindici minuti di pellicola irresistibile e scatenata. Craig Gillespie, reduce dal successo di “Tonya”, dà il meglio di sé con Crudelia, con uno stile registico pronto a trascinare lo spettatore direttamente nella scena come in un film d’azione, con continui omaggi al classico Disney del ’61 nei momenti più sorprendenti ed appropriati, con una spettacolarizzazione eccezionale di ogni fotogramma, in cui la moda domina lo schermo e funge da pretesto per raccontare una storia di formazione, in cui una giovane ragazza riesce ad emergere grazie alla sua genialità e al suo estro. In Crudelia non manca nulla, la vendetta, la disumanità, il narcisismo, l’avida ambizione, sempre mantenute in perfetto equilibrio tra loro, e che ci conducono all’epilogo non scontato, di una villain che semplicemente è nata malvagia.

Crudelia, Emma Stone in una scena del film

Crudelia non è stata forgiata solo dalle ingiustizie del mondo.

Crudelia sceglie di essere Crudelia senza dare colpe a nessuno.

Cruella è un istinto innato che la protagonista decide di far prevalere. Cruella porta a termine le cose, Estella no. Cruella è la carta vincente per emergere in un mondo in cui, come suggerisce la demoniaca Baronessa: ”Non puoi avere a cuore nessun altro, perché chiunque altro è un ostacolo”.

Crudelia scopre ed accetta la sua vera identità oscura e diabolica e la mostra al mondo senza alcuna remora, perché, semplicemente, non ha più paura di essere sé stessa.

Fonti

Crudelia (Cruella, 2021), Disney Plus

Tutte le immagini sono di proprietà Disney.

Anna Rita Constà

Divoratrice di film e serie tv, sempre alla ricerca di novità, ma con un occhio attento ai cult e ai grandi capolavori del cinema. Adora Francis Ford Coppola e Quentin Tarantino, mentre "Il Corvo" di Alex Proyas è il suo film preferito in assoluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy link
Powered by Social Snap