Star Wars Day: non solo Skywalker

Star Wars Day: non solo Skywalker

L'universo espanso

Ormai è tradizione: ogni 4 maggio festeggiamo una delle saghe cinematografiche più celebri in tutto il mondo. Il May The Fourth Be With You (gioco di parole tra quattro maggio e may the force be with you – che la forza sia con te) è ufficialmente, da anni, il Star Wars Day e i fan di tutto il mondo ne approfittano per condividere le proprie scene del cuore, ricordare l’impatto che la saga ha avuto nel mondo cinematografico o semplicemente per rivedere i film in compagnia. 

Noi di Cinema Cafe, come ormai sapete molto bene, siamo Jedi convinte e l’anno scorso vi abbiamo parlato di come sia nato l’universo di Star Wars che oggi tutti amiamo. Quest’anno, invece, vogliamo risparmiarvi la solita lezioncina di storia che ormai conoscete tutti (e se così non fosse, potete leggere sempre il nostro articolo) e offrirvi una nuova sfida. Invece di passare la giornata riguardando la trilogie cinematografiche principali (bellissime, per carità, ma le sappiamo davvero a memoria) perché non dedicarsi, per una volta, al meraviglioso ed enorme universo espanso? Tra spin-off, serie tv, romanzi e videogiochi la storia di Star Wars è andata ben oltre gli Skywalker quindi oggi vi offriamo dei piccoli consigli per cominciare a muovere i primi passi in questa galassia lontana lontana ma anche grande grande. 

Star Wars: The Clone Wars

star wars: the clone wars

Ormai, anche se non l’avete vista, è impossibile non sapere dell’esistenza di The Mandalorianla serie di Disney+ che ha espanso ancora di più l’universo di Star Wars e che ha dato al via a una nuova serie di progetti che usciranno nei prossimi mesi. La serie con Pedro Pascal, però, non è di certo la prima, come ben sappiamo, ad aver appassionato moltissimi fan. Se c’è un titolo che dovreste assolutamente recuperare, infatti, questo è Star Wars: The Clone Wars. Prodotta dal 2008, si tratta di una serie animata collocata cronologicamente tra l’Episodio II e l’Episodio III. Proprio come indica il nome, la serie affronta la Guerra dei Cloni approfondendo personaggi secondari o marginali e la trama stessa che viene affrontata nella trilogia prequel e i collegamenti che troverete con la saga sono davvero numerosi.

Approcciarsi a una serie del genere non è facile, anche a causa dell’ordine cronologico delle puntate che non sempre è lineare e dell’aggiunta dell’omonimo film che risulta essenziale per comprendere alcuni personaggi. Una volta fatta l’abitudine, però, vi troverete davanti a un vero e proprio gioiellino che nessun fan di Star Wars può farsi sfuggire. 

Rogue One: A Star Wars Story

rogue one: a star wars story

Sicuramente lo avete già visto (e se non è così andate subito a espiare i vostri peccati) ma è sempre il momento giusto per un doveroso rewatch. Rogue One è, infatti, uno dei prodotti più interessanti usciti dall’universo creato da George Lucas. Primo spin-off cinematografico (a cui è seguito Solo), si tratta di una piccola parentesi ambientata cronologicamente prima di Episodio IV – Una nuova speranza. Il protagonista del film non è uno solo, ma un intero team – i rogue one – impegnati con il tentativo di contrastare la progettazione della temutissima Morte Nera. 

Il segreto che ha reso Rogue One un’opera vincente su tutti i fronti è stata la capacità di riuscire a riportare tutti gli elementi che hanno reso i primi film tanto popolari e allo stesso tempo espandere i propri orizzonti. Alcuni dei migliori dialoghi, infatti, li troverete proprio in questo film e preparate i fazzoletti perché in un universo pieno di potentissimi Jedi, Rogue One ci ricorda l’importanza della fragilità e delle debolezze. 

Star Wars: Bloodline

Bloodline

Passiamo a una dimensione che forse è la più sottovalutata: quella dei romanzi. Non tutto può essere approfondito nei film o nelle serie tv. Lo schermo, infatti, a volte risulta limitante e alcune questioni possono rimanere accennate. Il mezzo letterario, nel mondo di Star Wars, si è rivelato unico proprio per la possibilità di espansione dei confini già tracciati da altri. Numerosissimi sono gli autori che si sono cimentati in esperimenti di ogni tipo e i libri usciti sono davvero a decine. In questo caso, il titolo che ci sentiamo di consigliare oggi è Bloodline. 

Scritto da Clauda Grey e edito per Mondadori, Bloodline è si incentra sulla figura di Leia Organa ma senza limitarsi alla sua persona, usandola come pretesto per approfondire la scena politica nel periodo dopo la sconfitta dell’Impero da parte della Ribellione. Gli intrighi politici che tormentano la Nuova Repubblica non sono pochi e il romanzo ci permette di affrontare le difficoltà della ricostruzione dopo i grandi eventi, un aspetto a cui spesso ci è negato assistere quando le grandi storie raccontate al cinema si esauriscono.

Insomma, come abbiamo potuto vedere l’universo di Star Wars non si limita quasi mai ai soli Skywalker che sicuramente amiamo ma che sappiamo non essere tutto al suo interno. La bellezza di questo mondo immaginario sta proprio nella sua varietà e immensità, in cui tutti possono trovare il loro spazio. Questi tre titoli non sono altro che un minuscolo assaggio di quello che è stato creato da quando, nel 1977, Una nuova speranza è sbarcato nei cinema internazionali ma speriamo possano essere uno spunto per passare questo May The Fourth in maniera un po’ differente.

Fonti

Star Wars: The Clone Wars (2008 – 2020)

Rogue One: A Star Wars Story (2016), dir. Gareth Edwards

Star Wars: Bloodline, Claudia Gray, 2016

Valentina Dadda

Studia scienze dei beni culturali ed è innamorata da sempre del cinema e della letteratura, suoi compagni di viaggio da una vita. Affronta le giornate passando da una citazione all'altra e passerebbe ore a parlare di scienza o di femminismo, o di tutte queste cose insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy link
Powered by Social Snap