Elegia Americana: il film tanto criticato di Ron Howard

Elegia americana: il film tanto criticato di Ron Howard

Elegia americana: locandina e valutazione

Ron Howard

2020

Disponibile su: Netflix

3/5

Se avete sentito parlare di questo film, probabilmente ne avete sentito parlare male: basta una veloce ricerca su Google per vedere la sfilza di valutazioni da una o due stelline rilasciate dalla critica nei confronti dell’ultimo film di Ron Howard, disponibile su Netflix già da novembre 2020 e che concorre attualmente agli Oscar per i premi alla Miglior attrice non protagonista per Glenn Close e al Miglior trucco e acconciatura.

In originale Hillbilly Elegy, un termine americano che sta ad indicare una precisa categoria di persone (buzzurri, montanari), Elegia Americana porta sullo schermo la storia di J.D. Vance, un’autobiografia che riscosse molto successo al tempo della sua uscita nel 2016. Il libro infatti andava ad esaminare una comunità rurale molto povera dell’Ohio che ha costituito una base importante per l’elezione di Trump a presidente degli Stati Uniti nel 2016. Il film ha provato a portare la sua storia sullo schermo al grande pubblico, peraltro nello stesso anno in cui Trump è stato invece sconfitto alla corsa presidenziale, non riuscendo però a riscuotere lo stesso successo.

Elegia americana: Amy Adams e Owen Asztalos in una scena del film

J.D. Vance viene da un passato difficile. Nato nella povertà di una comunità rurale creatasi intorno ad una acciaieria fallita, cresciuto con i nonni a causa della dipendenza della madre, J.D. incarna in pieno i valori del sogno americano: l’emancipazione grazie al duro lavoro e alla perseveranza che possono portare alla costruzione di un futuro di successo all’interno della società. Una storia che gli Stati Uniti adorano e che non mancano mai di propinarci in ogni prodotto di intrattenimento, dai film alle serie televisive ai libri, e che puntualmente riescono a ricevere grandi riconoscimenti. Abbastanza incomprensibile risulta quindi l’astio ricevuto dal film immediatamente dopo la sua uscita. È un film perfetto? Assolutamente no. È un film brutto? Nemmeno. È un film perfettamente nella norma per il genere.

Chi ha letto il libro riuscirà sicuramente a dipingere una valutazione più completa, ma chi, invece, si è approcciato al film senza ulteriori conoscenze, come la sottoscritta, non può far altro che basarsi esclusivamente su di esso per esprimere il proprio gradimento a riguardo.

Elegia Americana diventa così un film innocuo, una storia come tante altre, con qualche cliché forse un po’ invadente, ma che ci porta a ragionare su temi molto cari al cinema statunitense. Il già citato tentativo di emancipazione, la lotta di classe, il successo del duro lavoro e la sua costanza. In questa storia, tuttavia, vediamo molto forti i rapporti umani tra J.D. e la sua famiglia. La madre (Amy Adams) dipendente e abusiva, la nonna (Glenn Close) che ha a cuore il futuro del nipote e che cerca in tutti i modi di allontanarlo da quegli aspetti della loro famiglia e del loro vicinato che potrebbero trascinarlo in una spirale senza fondo, come è già in parte successo alla sorella (Haley Bennett). J.D. cerca disperatamente di allontanarsi da tutto ciò e avvicinarsi a quello stato che può prospettargli un futuro diverso e di successo, che l’affetto per la sua famiglia rischia tuttavia di sabotare. È un film molto semplice, lineare, che si posa tutto sulle spalle di due grandi attrici, Glenn Close e Amy Adams, che osano forse un po’ troppo nelle scene più critiche con una recitazione abbastanza stereotipata.

Fonti

Elegia americana (Hillbilly Elegy, 2020), Ron Howard

Articolo del Post sul libro Elegia Americana

Gaia Galimberti

Laureata in Scienze dei Beni Culturali all'Università degli Studi di Milano, è cresciuta fantasticando mondi attraverso i libri e, dopo essersi innamorata del cinema, fatica a trovare il tempo per correre dietro a tutte le sue passioni. Sogno nel cassetto: scrivere un libro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy link
Powered by Social Snap